Anche Poggio delle Grazie tra le quattordici cantine selezionate alla prima edizione del Bardolino CRU

Domenica 30 settembre al Palazzo della Gran Guardia di Verona si terrà la prima edizione dell’evento Bardolino CRU, in cui verranno presentati i vini delle sottozone del Bardolino, La Rocca, Montebaldo e Sommacampagna, già note alla fine dell’Ottocento, e “ritrovate” dal Consorzio di Tutela del Bardolino.

Tra le quattordici aziende produttrici del Bardolino selezionate da un’apposita commissione sarà presente anche la cantina Poggio delle Grazie dei fratelli Brutti.

Presenti anche nove vigneron francesi provenienti dai cru di Morgon, Fleurie e Moulin à Vent, in una zona della Borgogna, i cui vini nell’Ottocento venivano spesso rapportati ai migliori della zona di Bardolino ed erano presentati congiuntamente nelle carte dei grandi hotel della Svizzera, luoghi di soggiorno dell’aristocrazia europea.

I banchi d’assaggio di Bardolino Cru saranno aperti per la stampa e gli operatori di settore (titolari di ristoranti, wine bar, enoteche, hotel, distribuzioni) dalle 10.00 alle 20.00 e per il pubblico dalle 15.00 alle 20.00. Il biglietto sarà acquistabile online al prezzo di 15 euro, o in cassa il giorno stesso dell’evento al prezzo di 25.

Il vino Bardolino di Poggio delle Grazie, che aveva già ottenuto una nomina speciale l’anno scorso da Slowfood-Slowine, sarà presente anche nell’edizione “Vino Quotidiano”, in quanto bottiglia eccellente sotto il profilo organolettico a meno di 10 euro. Si tratta, infatti, di un vino “molto bevibile, adatto al pasto e al portafoglio (nel senso del buon rapporto tra la qualità e il prezzo). Insomma una buona bottiglia che ha dato grande soddisfazione a chi l’ha bevuta e che, soprattutto, è stata scolata in un attimo, è finita velocissimamente a tavola con il cibo che l’accompagnava.

Presso la cantina (clicca qui per ottenere le indicazioni) si trova il punto vendita dove è possibile degustare ed acquistare i vini. Si organizzano, inoltre, degustazioni guidate con la possibilità di ampliare l’offerta ad un pubblico sempre più interessato ad avvicinarsi al mondo del vino.

About Gianmaria Busatta

Nato nel 1994 e residente a Lugagnano, ha conseguito la maturità presso il liceo classico Don Mazza (VR) nel 2013, è laureato in Economia e commercio e frequenta il corso di laurea magistrale in Banca e finanza presso l'Università degli studi di Verona. Grande interesse per eventi culturali e politici, ha come passione più forte il cinema. Ha frequentato il corso Tandem "Cinema e letteratura" presso l'Università di Verona e i corsi "Capire il cinema" e "Scrivere cinema" presso la Biblioteca Civica di Verona.

Related posts